“6” al Superenalotto, ma il fortunato vincitore non ha ancora riscosso: ha tempo 90 giorni, ma un mese è già passato…

“6” al Superenalotto

Come non ricordare la super vincita dello scorso mese di agosto, quando un fortunato giocatore a Lodi ha centrato un 6 al Superenalotto totalizzando la vincita più alta di sempre: ben 207 milioni di euro!! Ma di lui ancora nessuna traccia.

LEGGI ANCHE>> Ultima estrazione Superenalotto: vincita record a Lodi

Ebbene si. Dopo quasi un mese dalla vincita non solo non ha ancora incassato il suo cospicuo bottino ma non ha neppure avviato le pratiche per la riscossione. Avrà perso il tagliando? Non si sarà neanche accorto di aver vinto? Oppure vuole solo depistare i curiosi e rimanere anonimo?

Bar preso d’assalto

La schedina vincente, è stata giocata nel Bar Marino di Via Cavour, che da quel giorno è diventato una vera e propria attrazione. Tanti i curiosi che sono passati davanti alle sue vetrine. Qualcuno si scatta pure dei selfie. Quasi fosse un rito propiziatorio.

Leggi anche:  Risanamento ponti e viadotti in Lombardia: nuovo bando da 20 milioni

Secondo il racconto dei gestori più di un bisognoso ha insistito per sapere il nome del fortunato vincitore con l’intento di ottenere un po’ di denaro per far fronte alle necessità familiari e a gravi condizioni economiche. Qualcuno, addirittura, convinto che la ricevitoria percepisca una percentuale sulla vincita, ha chiesto ai gestori di aiutarli.

Ma la verità è che la vincita verrà intascata interamente dal fortunato vincitore (quando e se si farà vivo) senza che la ricevitoria ne tragga alcun vantaggio se non quello di essere diventata famosa.

90 giorni di tempo

Il vincitore, lo ricordiamo, per intascare il premio ha tempo 90 giorni. Una vincita così grossa può essere riscossa solo presso l’ufficio Sisal della sede di Roma o in quella di Milano. A ritirarlo può andare solo il vincitore oppure un notaio incaricato. Ma soprattutto…. occorre avere il tagliando vincente!!  

LEGGI ANCHE>> Il bar dei 209 milioni assediato: “Noi non abbiamo preso un euro!”

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE