Ancora problemi con la Cattedrale Vegetale: la nipote di Mauri ne disconosce la paternità.

Cattedrale Vegetale

La nipote dell’artista scomparso Giuliano Mauri ne difende la sua memoria artistica, commentando l’attuale stato della Cattedrale Vegetale. Da 108 colonne iniziali, ne sono rimaste in piedi solamente 28. Ricordiamo che, a causa di questi continui cedimenti, l’opera è chiusa al pubblico. Tutta l’area è stata delimitata e, a farne le spese, anche la ciclabile attigua, con polemiche annesse.

Non associatela più al suo nome

Francesca Regorda, nipote dell’artista, ha preso una posizione netta: definisce quel che resta dell’opera un cumulo di macerie e chiede che, per questo, non sia più associata al nome di Giuliano Mauri. Un disconoscimento in piena regola.

LEGGI ANCHE: Giornate di primavera del Fai nel Lodigiano, ecco i cancelli che si aprono