Sabato 14 settembre 2019 si è svolta la sfilata del Novara Pride, in ricordo di Elisa Pomarelli.

A Novara per le vie del centro la sfilata di Novara Pride

Come riportano i colleghi di novaranetweek.it, è stato un vero successo la sfilata del Novara Pride per i diritti delle persone omosessuali organizzata da NovarArcobaleno e AGeDo Novara, e sostenuta da diverse associazioni del territorio. L’evento, che arriva a pochi mesi di distanza dal primo gay pride di Novara,  è stato dedicato alla figura di Elisa Pomarelli, la giovane  uccisa a 28 anni:

“La cronaca degli ultimi giorni – recita il messaggio letto a inizio sfilata a Novara – ha lasciato sgomento un intero Paese. Quello di Elisa Pomarelli, 28 anni, è stato a tutti gli effetti un duplice omicidio: da una parte l’ennesimo caso di brutale femminicidio, dall’altra il disgustoso processo di beatificazione che la stampa nazionale ha condotto nei confronti dell’assassino. La colpa di Elisa è stata quella di non ricambiare un amore che non sarebbe mai potuto nascere. E’ stata farsi carico di secoli di lotte femministe, ascoltare il proprio Io. Ad animare Elisa è stato lo spirito che 50 anni fa ha acceso la miccia dei Moti di Stonewall. Senza inutili giri di parole, Elisa Pomarelli è morta perché ha rivendicato il proprio diritto di rifiutare un uomo. Di parole, spesso dannose, ne abbiamo lette troppe: noi riteniamo sacrosanto che il Novara Pride di questo sabato sia dedicato alla figura di Elisa. Oltre a rientrare pienamente nello spirito della nostra manifestazione, siamo convinti di voler rispondere a tanta violenza con la gioia e la sfrontatezza che ha sempre caratterizzato questa comunità. La memoria di Elisa va portata in piazza affinché il suo coraggio, quello di una donna fieramente lesbica, non sia stato vano”.

elisa pomarelli

Sono migliaia le persone che si sono riversate nelle strade e nelle piazze novaresi per sfilare e fare sentire la propria voce:

Leggi anche:  Cosa ci riserva il meteo dopo il maltempo di ieri PREVISIONI

La contromanifestazione di Forza Nuova

Un gruppo di manifestanti di estrema destra del gruppo cittadino di Forza Nuova è stato fermato dalla polizia in corso Cavallotti mentre cercava di incrociare il corteo del Novara Pride, rispondendo alla sfilata con slogan e striscioni in difesa della famiglia tradizionale. Non ci sono stati contatti.

novara pride elisa pomarelli

L’arrivo in piazza Martiri

Il punto di arrivo del corteo è piazza Martiri, dove da un palco stanno per iniziare gli interventi delle autorità e dei responsabili delle associazioni presenti, introdotti dalla madrina dell’evento, la drag queen Antonella Credici.