Sant’Angelo da Gerusalemme

Angelo da Gerusalemme nasce a Gerusalemme il 2 marzo 1185 e muore a Licata, il 5 maggio 1225, giorno in cui è venerato. Angelo discendeva da una famiglia ebraica convertita al cristianesimo, quando restò orfano entrò – insieme al fratello – nel convento del Monte Carmelo, che ospitava l’omonimo neonato Ordine della Beata Vergine del Monte Carmelo.

Da contemplativi a mendicanti

Fu proprio Angelo a introdurre una nuova regola che trasformava l’ordine da contemplativo a mendicante. Nel 1218 si recò a Roma, successivamente si spostò in Sicilia dove combattè gli eretici.

Morte

La morte avvenne in circostanze drammatiche: venne assalito nella chiesa dei Santi Filippo e Giacomo a Licata e colpito a morte con una spada. Morì pochi giorni dopo, chiedendo che l’aggressore fosse perdonato. Venne sepolto nella stessa chiesa dove venne assalito.

LEGGI ANCHE: Santa Caterina da Siena, la prima donna dottore della Chiesa