Infrastrutture viarie: oggi, nel corso della mattinata, un vertice in Prefettura per conoscere lo stato di manutenzione delle infrastrutture del territorio lodigiano.

Infrastrutture viarie

Nel corso della mattinata di oggi si è tenuta, presieduta dal Prefetto, una riunione per conoscere lo stato di manutenzione delle infrastrutture del territorio lodigiano alla presenza dei rappresentanti della Regione, della Provincia, dei concessionari della rete stradale, Anas e Autostrade per l’Italia, del Provveditorato alle opere pubbliche Lombardia, Polizia stradale e Vigili del Fuoco.

L’intento è quello di conoscere lo stato delle infrastrutture viarie del territorio per gli aspetti riguardanti i profili di pubblica incolumità. Non risultano al momento per quanto riguarda le opere di proprietà statale e provinciale situazioni che possano destare allarme.

Quadro rassicurante

Dall’esame delle relazioni presentate e dagli interventi del Provveditorato alle opere pubbliche, dei concessionari Anas e ASPI, infatti, emerge un quadro piuttosto rassicurante sullo stato delle opere e sui programmi di ispezione, che si svolgono trimestralmente e sulle manutenzioni avviate.

La Provincia, invece, ha sottolineato di aver effettuato un monitoraggio puramente visivo, che non fa rilevare situazioni di particolare criticità, non disponendo, allo stato attuale di risorse per effettuare approfondimenti tecnici e diagnostici, comunque necessari, sulle infrastrutture di propria competenza, risorse quantificabili in poco più di un milione di euro. Al riguardo, Regione Lombardia, dichiarandosi disponibile anche ad un coordinamento del monitoraggio su tutto il territorio regionale, ha informato della pubblicazione di un bando regionale per complessivi 50 milioni di euro destinati al monitoraggio delle predette opere infrastrutturali in favore delle Province.

Leggi anche:  La Codogno-Cremona-Mantova rischia di “saltare”: ridurre le corse o sostituirle con autobus

Aggiornamento semestrale

A conclusione della riunione, il Prefetto ha richiesto ai convenuti un aggiornamento semestrale dei dati presentati, ritenendo “essenziale per un tema così delicato per la sicurezza dei cittadini lo scambio informativo e l’impiego di tutti gli enti competenti”.

Saranno avviate, da parte della Prefettura, analoghe iniziative di monitoraggio e di richiesta di informazioni anche per le infrastrutture di competenza comunale, così da avere un quadro complessivo di tutte le strutture viarie di scavalco e attraversamento del territorio.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE