Mahmood, dalla periferia sud milanese alla vittoria sanremese; Salvini e Isoardi si scatenano.

Mahmood

A Sanremo 2019 ha trionfato il giovane Mahmood con la sua “Soldi”. Di madre sarda e padre tunisino, nato nella periferia sud milanese – che ha ripetutamente raccontato nelle sue canzoni – non sono mancate le polemiche. Ma riavvolgiamo il nastro…

Salvini voleva Ultimo, Isoardi inneggia alla fusione culturale

Mahmood è un ragazzo 26enne nato e cresciuto a Milano, una piccola esperienza a X Factor, il palco di Sanremo giovani e ora la consacrazione fra i big, sbaragliando l’ingombrante concorrenza del super favorito Ultimo, che si è parcheggiato al secondo posto con note polemiche. Più sportivi, invece, i colleghi di podio – i ragazzi de Il Volo – che si complimentano con lui e ne certificano il talento. Immancabile l’accenno di polemica a “causa” delle origini egiziane del padre del giovane, Mahmood però non ci sta e brucia sul nascere qualunque tentativo di focalizzarsi sulle sue origini straniere: “Sono italiano” lo rivendica con orgoglio. Anche perché, all’anagrafe, lui lo è. In bilico tra odio e amore verso quella complicata periferia sud milanese, che racconta nei suoi brani. Il ministro Salvini è intervenuto sulla questione, in seguito a questa vittoria inaspettata e, in totale opposizione con le sue dichiarazioni, la sua ex: Elisa Isoardi.

Leggi anche:  Treni in Lombardia, Terzi “Soppressioni diminuite e aumentata la puntualità”

I tweet

“Mahmood……mah…..
La canzone italiana più bella?!?
Io avrei scelto Ultimo, voi che dite??

Ha twittato il ministro e vicepremier Matteo Salvini in seguito alla proclamazione del vincitore.

Un parere del tutto differente arriva della ex di Salvini, Elisa Isoardi, che sottolinea proprio quello che definisce un valore aggiunto: ovvero la fusione culturale di più mondi:

Un commento che ha il retrogusto di una stoccatina…