Avvio del Progetto presso il reparto di Pediatria dell’Asst di Lodi: dal 16 ottobre appuntamento ogni mercoledì con i volontari lettori.

Nati per leggere

Dal prossimo 16 ottobre 2019 dalle ore 15 i bambini che transiteranno presso il Reparto di Pediatria dell’Ospedale Maggiore di Lodi potranno accedere ad un’area a loro dedicata, dove troveranno, ogni Mercoledì, volontari lettori, materiale informativo, libri, storie e anche, a partire da Novembre, la possibilità, in collaborazione con La Biblioteca Laudense, di prendere in prestito libri o iscriversi alla Biblioteca stessa. Lo spazio “Nati per Leggere” è il prodotto di una collaborazione innovativa e sinergica tra soggetti diversi uniti dal comune obiettivo di creare condizioni e opportunità di benessere e crescita fin dalla più tenera età.
Il Programma “Nati per Leggere”è inserito nel Piano Integrato Locale di Promozione della Salute 2019 di ATS Milano e coinvolge, a cascata, le ASST che vi afferiscono.

Nell’Asst di Lodi è stata realizzata una prima sperimentazione presso gli ambulatori vaccinali nelle fasce orarie di maggior frequentazione di bambini. L’esperienza si è rivelata particolarmente utile a sviluppare sul terreno concreto un rapporto, quasi naturale, data la natura del progetto, tra strutture sanitarie e servizi bibliotecari, uniti in una logica di promozione del benessere e della salute intesa in chiave olistica. Ciò ha dato l’avvio alla sottoscrizione di un Protocollo d’intesa tra ASST, Provincia di Lodi per il tramite del Sistema bibliotecario lodigiano e l’Associazione “Amici di Serena”.

Promozione della salute

Il protocollo, valido fino al 2021, mira a sviluppare, nell’ambito delle strutture dell’area materno- infantile che fanno capo all’ASST di Lodi “azioni condivise di promozione della salute” e “sinergie tra istituzioni locali e associazioni che, a vario titolo, concorrono a promuovere la salute intesa nella sua dimensione di Comunità”.
Attraverso il Servizio Coordinamento Promozione Salute – WHP & HPH, oltre alla Pediatria, il progetto è stato esteso ad altre aree che fanno riferimento al settore materno-infantile (ostetricia, corso di accompagnamento alla nascita, nido, patologia neonatale, consultorio).

Leggi anche:  Coop Lombardia lancia: "Insieme contro la violenza"

Biblioteca di Lodi e Provincia di Lodi

Il Sistema bibliotecario lodigiano e la Provincia di Lodi fin dal 2004 hanno aderito al progetto “Nati per leggere”, progetto nazionale, recentemente premiato dal Presidente della Repubblica, ispirato ad una analoga iniziativa nata negli Stati Uniti alla fine degli anni Ottanta per diffondere e moltiplicare i benefici e il benessere derivanti dalla consuetudine a leggere ad alta voce ai figli fin dalla più tenera età.
Il progetto è supportato da diverse e recenti ricerche scientifiche che hanno ampiamente
dimostrato come il leggere ad alta voce, con continuità, ai bambini in età prescolare abbia una positiva influenza sia dal punto di vista relazionale che cognitivo consolidando, inoltre, nel bambino l’abitudine a leggere che si protrae, poi, nelle età successive anche grazie all’imprinting precoce legato alla relazione. Ovviamente, sotto il profilo specificatamente pedagogico, dalla lettura ad alta voce possono scaturire altri effetti positivi di vario tipo e di vario livello, quali aumento delle competenze linguistiche, consolidamento dell’intelligenza narrativa, sviluppo della capacità di ascolto e dilatazione del tempo di attenzione, acquisizione della capacità di creare immagini mentali sulla base del solo codice verbale.

TORNA ALLA HOME