Rischio Salmonella: ritirato un lotto di croissant Bauli. Si tratta delle confezioni da 300 grammi a lievitazione naturale con crema al latte.

Rischio salmonella ed escherichia coli

Il Ministero della Salute ha pubblicato ieri, mercoledì 3 ottobre, un avviso di richiamo di un lotto di croissant a lievitazione naturale con crema al latte della Bauli per rischio microbiologico. In particolare, si legge nel comunicato, nel prodotto in questione è stata rilevata la presenza di salmonella.

Il lotto richiamato

Attenzione quindi se avete in casa le confezioni da 300 grammi (6 x 50 gr) con il numero di lotto LA8312BR e scadenza 30 novembre. Le confezioni a rischio sono state prodotte da Bauli Spa nello stabilimento di via Verdi 31, a Castel D’Azzano, in provincia di Verona, come racconta anche il nostro portale VeronaSettegiorni.it.

A scopo precauzionale il Ministero della Salute invita a non consumare il prodotto e a restituirlo al punto vendita dove è stato acquistato. Nessun rischio invece per gli altri prodotti Bauli non menzionati nell’avviso.

Leggi anche:  Ramy e Adam, i piccoli eroi in Tv a "Che tempo che fa"

Attenti anche al formaggio

Rischio microbiologico, questa volta per Escherichia Coli, nella formagella a marchio Società Agricola F.lli Pontirelativo al prodotto.  Anche per questo prodotto venduto in pezzi da 2,5 chili, con il numero di lotto 06-28/08/2018 e la data di scadenza 29/10/2018.

Il latticino richiamato, riporta il nostro quotidiano GiornalediMonza.it, è stato prodotto dall’azienda Agricola F.lli Ponti nello stabilimento di via Delle Industrie n 7, a Nova Milanese.