(RICORDA DI ACCENDERE L’AUDIO)

“Sono il vincitore del Superenalotto e ho vinto 209 milioni e ad oggi ho donato a tutti gli italiani bisognosi che me l’hanno chiesto oltre 30 milioni di euro”.

Mister X è uscito allo scoperto?? No, in realtà è l’ultima trovata di Gianmarco Saolini, il 31enne romano diventato star del Web per via dei video virali che quasi quotidianamente pubblica sul tema del momento, fingendosi un personaggio sempre diverso.

Inventore seriale di bufale

Lui non si nasconde affatto, anzi fa tutto assolutamente “in chiaro”, attraverso i suoi canali personali: il bello però è che, quando diventano virali, di condivisione in condivisione, i filmati vengono spesso presi per veri. E’ questa la provocazione dell’inventore seriale di bufale, o troll per hobby, com’è stato definito: dimostrare che in Rete si crede quel che si vuole credere, “bevendosi” troppo spesso di tutto, senza alcun tentativo di verifica delle notizie e delle fonti.

Esperimento sociale riuscito

Un esperimento sociale che Saolini ha mutuato vestendo (con successo) i panni di una carrellata di personaggi fantastici: fidanzato di Carola Rackete capitana della Sea Watch , poi anche marinaio, sismologo dopo la scossa di terremoto a Roma, capo ultras del Napoli, tabaccaio di sinistra che condanna l’uso delle armi, Mark Caltagirone, commesso della Rinascente che svela l’affaire Marco Carta e molti altri ancora.

Saolini sulla vincita a Lodi

Ecco il suo videomessaggio sulla vincita a Lodi:

“Ciao a tutti, sono Gianmarco Saolini e mi conoscerete perché sono il vincitore del SuperEnalotto e ho vinto 209 milioni e oggi ho donato a tutti gli italiani bisognosi che me l’hanno chiesto oltre 30 milioni di euro. Ma non basta, voglio fare di più: mi sono reso conto che ci sono ancora tantissime persone che hanno bisogno di me, così ho deciso di dar vita ad un tour che partirà come prima tappa da Roma. Quindi scrivetemi la vostra città e io verrò a trovarvi, raccoglierò le vostre richieste e verrò personalmente a portarvi i soldi in contanti. Voglio anche cogliere l’occasione per scusarmi con tutte le persone che non hanno ricevuto i soldi: avevo messo una persona che si sarebbe dovuta occupare della spedizione dei bonifici e dei pacchi, ma purtroppo mi sono reso conto che mi ha derubato! Ho provveduto a denunciarla, ma come sapete la Giustizia italiana ha dei tempi molto lunghi…Tutti quelli che non hanno ricevuto i soldi possono scrivermi oppure raggiungermi a incontrarmi di persona in una delle tappe del mio tour”.

Dal faceto al serio: che fine faranno i 209 milioni?

I 209 milioni finiranno nelle casse dello Stato, se nessuno li ritirerà entro i prossimi due mesi (un terzo dei 90 giorni per riscuotere è già trascorso). E non sarebbe la prima volta, visto che dal 2010 ad oggi nelle casse dell’Erario sono entrati premi non riscossi dai vincitori per oltre 350 milioni di euro.

Leggi anche:  Da lunedì in Lombardia al via le vaccinazioni antinfluenzali VIDEO

Il vincitore di Lodi ha tempo fino al 14 novembre: trattandosi di una vincita superiore ai 52mila euro, il regolamento prevede che l’importo può essere riscosso solo presso le sedi Sisal di Roma o Milano (ma può mandare anche un notaio in sua vece).

LEGGI ANCHE: 

“6” al Superenalotto, ma il fortunato vincitore non ha ancora riscosso

Il bar dei 209 milioni assediato: “Noi non abbiamo preso un euro!”