Forse i ladri che ieri mattina hanno agito indisturbati alle prime ore dell’alba avevano in testa il motivetto che Rovazzi ci ha insegnato “Col trattore in tangenziale andiamo a comandare”. E così, sulle orme del baffuto rapper, a bordo di una ruspa hanno deciso di rapinare l’impianto Eni sulla provinciale 234 che da Casalpusterlengo porta a Pavia. 

Rubata una ruspa e la cassa del distributore

Oltre all’insolito mezzo per la rapina, ossia una pala gommata rubata dalla ditta Unical poco lontano,  i ladri non si sono limitati a forzare l’apparecchiatura del distributore, ma hanno portato via direttamente l’intera colonnina del self service contenente la cassa. Grazie alla pala del trattore la colonnina è stata completamente sradicata e portata via, probabilmente caricata sul furgone con cui l’intera banda di ladri si è data alla fuga senza lasciare – per il momento – alcuna traccia di sé.

Rubati 2.500 euro in pochi minuti

Secondo una prima stima della refurtiva, il totale dei contanti contenuti nella cassa ammonterebbe a circa 2.500 euro. Il colpo è stato realizzato da mani esperte e abili in pochissimo tempo, si parla infatti di pochi minuti d’azione. Dopo aver trafugato la cassa, i ladri sono fuggiti con il bottino lasciando la ruspa al distributore Eni, ritrovato qualche ora più tardi dai proprietari che, giunti sul luogo di lavoro, hanno fatto l’amara scoperta. Naturalmente per tutta la mattina il distributore è rimasto chiuso e sono ora in corso le indagini per dare un volto ai ladri.

Leggi anche:  Viaggiava con uno spray al peperoncino da 50 ml: denunciato

LEGGI ANCHE: Gadget per San Siro e Forum: smascherata banda di falsari FOTO E VIDEO

TORNA ALLA HOME