Accoltellato e sepolto in un campo nei pressi di San Giuliano Milanese: il caso sul tavolo della Procura di Lodi.

Accoltellato e sepolto in un campo

Ha tutta l’aria di un vero e proprio regolamento di conti interno alla MS-13, la feroce gang di latinos, da anni radicata nel Milanese. L’omicidio di Ernesto Odir Barrientos Tula, salvadoregno di 34 anni, ucciso a coltellate e poi seppellito in un campo, nei pressi di una cascina abbandonata di San Giuliano Milanese, è al centro dell’attenzione della Procura di Lodi.

3 accusati

Ad essere accusati del feroce omicidio tre connazionali della vittima, fermati nei giorni scorsi e accusati di omicidio in concorso aggravato dalla premeditazione e occultamento di cadavere. C’è anche un’altra persona, indagata per favoreggiamento. Gli atti sono stati trasmessi alla Procura di Lodi, che è quella competente sul territorio di San Giuliano.

LEGGI ANCHE: Cattedrale Vegetale, la nipote di Mauri disconosce l’opera