Anziani maltrattati in casa di riposo: in manette il direttore della struttura e un operatore socio-sanitario. E’ successo nell’Oltrepò Pavese.

Anziani maltrattati in casa di riposo: due arresti

La squadra mobile di Pavia ha arrestato nella mattinata di ieri, venerdì 16 novembre, il direttore e un operatore socio-sanitario della residenza sanitaria Mons. Rastelli di Montebello della Battaglia, situata nell’Oltrepò Pavese. Le accuse per loro sono di ripetuti maltrattamenti e lesioni gravi nei confronti degli anziani ospiti della struttura, tutte persone con gravissime disabilità psichiche. A darne notizia è il nostro portale GiornalediPavia.it

Moltissimi gli episodi di violenza

Le indagini, sono iniziate lo scorso mese di marzo, dopo alcune segnalazioni giunte al commissariato di Voghera. Agghiaccianti alcuni degli episodi emersi: calci, percosse, ma anche un anziano “marchiato a fuoco” con un phon bollente, e un’anziana donna in carrozzina ribaltata per ore con a fianco un operatore che giocava con lo smartphone. Accanto a queste tante altre violenze di carattere fisico e psicologico. Da quanto risulta i primi episodi sarebbero iniziati a fine 2016.

Leggi anche:  Ruba telefono cellulare a disabile sul treno Codogno-Cremona: arrestato

La smentita dell’O.F.T.A.L

Non appena diffusa la notizia degli arresti, è arrivata la smentita dell’Opera Federativa Trasporto Ammalati a Lourdes. Leggi il loro comunicato su GiornalediPavia.it e segui gli aggiornamenti

Casa di riposo abusiva anche sul lago Maggiore

La notizia arriva a poche settimane di distanza da quella del sequestro di una casa di riposo abusiva sul lago Maggiore. Qui una decina di anziani venivano ospitati a fronte di una retta di circa 2mila euro al mese. Ma la struttura era assolutamente priva delle autorizzazioni necessarie e il personale che prestava servizio lavorava in nero. LEGGI QUI LA NOTIZIA