Sono chiamati “la banda del taglierino” perché è grazie all’ausilio di oggetti taglienti come i taglierini che i malviventi compiono le loro razzie, depredando camion e camioncini parcheggiati e momentaneamente incustoditi.

L’ultimo furto

Nelle notti scorse la banda ha agito nel posteggio dei Tir poco lontano dal casello dell’A1 di Guardamiglio, dove erano parcheggiati diversi autoarticolati. I malviventi hanno tentato di saccheggiare diversi furgoni, ma solo in un caso sono riusciti nel loro intento, trafugando tutto il contenuto e portandosi via merce elettronica di sistemi d’allarme e videocitofoni dal valore di diverse migliaia di euro (il valore complessivo del danno è ancora da quantificare).

Secondo gli inquirenti la banda si sarebbe organizzata scrupolosamente con gli strumenti necessari per portare a termine il furto: grazie all’utilizzo di un muletto avrebbero trasbordato la merce dal furgone depredato su un altro mezzo grazie al quale sarebbero poi fuggiti con il bottino.

La scoperta e la denuncia

A fare l’amara scoperta è stato il camionista di nazionalità olandese proprietario dell’autoarticolato che venerdì mattina ha immediatamente allertato i Carabinieri, giunti sul posto per far luce sulla vicenda.

Leggi anche:  Pensando di non essere visto ruba una bicicletta ma le telecamere lo inchiodano

TORNA ALLA HOME