Omicidio-suicidio nella Bassa milanese nella serata di mercoledì 1 maggio 2019: un finanziere di Vigevano, che lavorava alla tenenza di Corsico, ha ucciso la moglie a coltellate poi si è tolto la vita sparandosi un colpo di pistola.

Uccide la moglie a coltellate

Dramma nella serata di mercoledì 1 maggio 2019 a Vigevano. Un finanziere, di 54 anni, ha ucciso la moglie a coltellate e poi si è tolto la vita sparandosi un colpo mortale con la pistola d’ordinanza. Sembra che tra i due vi fossero spesso litigi, la moglie forse voleva separarsi.

Da una prima ricostruzione, poco prima delle 23 di ieri sera l’uomo si è recato dalla moglie, una donna di 37 anni e al culmine dell’ennesimo litigio l’ha accoltellata a morte. Alla scena ha assistito impotente la figlia 13enne che non ha potuto far nulla per evitare il dramma.

LEGGI ANCHE: Incidente in A1, lunghe code

Il colpo fatale

Dopo l’omicidio il finanziere si è portato nel garage di casa, ha preso la pistola di ordinanza e si è sparato un colpo mortale. Immediatamente sono stati allertati i soccorsi, ma i sanitari intervenuti sul posto non hanno potuto far altro che constatare la morte dei due coniugi. Sul caso è stata aperta un indagine per cercare di ricostruire i contorni della vicenda.

Leggi anche:  Caduta in bici, coinvolte due persone SIRENE DI NOTTE

LEGGI ANCHE: Tasso di natalità (e di mortalità) nel Lodigiano