L’ennesima truffa ai danni di un’anziano, l’ennesimo trucco per spillare soldi a chi – almeno apparentemente – sembra essere una facile preda. Questa volta è toccato ad un 92enne lodigiano, truffato in pieno giorno nel parcheggio di un supermercato.

La truffa

Mentre l’uomo si trovava nel parcheggio del supermercato e stava scendendo dalla sua Audi diretto in farmacia, una donna sulla cinquantina, di bell’aspetto, elegante e con un accento perfettamente italiano, gli si avvicina accusandolo di averla colpita poco prima, mostrandogli l’orologio rotto dal fatidico colpo inferto dall’auto del 92enne e il braccio sanguinante per la ferita.

La donna gli mostra anche la strisciata lasciata sulla portiera destra dell’auto, chiara prova di quanto appena dichiarato dalla stessa. La 50enne inizia quindi ad accusare il 92enne di essersi allontanato dall’incidente senza averle prestato soccorso, dopo averle rotto un orologio da 1.500 euro e procurato una ferita al braccio. Lo minaccia di denunciarlo alla polizia con il rischio che gli gli venga ritirata la patente.

La finta chiamata all’agenzia

La finta ferita insiste, pretende un risarcimento dall’anziano e riesce a convincerlo a contattare la sua assicurazione per procedere “in regola”: si fa dare dall’uomo il numero dell’assicurazione dall’anziano, ma lo digita lei e chiama lei dal suo telefono. Risponde un uomo, che in realtà tutto è tranne l’assicuratore del pensionato, ma che comunica all’uomo di dover anticipare i soldi alla signora e che questi gli verranno restituiti dall’assicurazione in un secondo momento.

Leggi anche:  Denunciati sei ladri di auto e...di corrente elettrica

L’anziano, agitato e in parte mortificato per quanto successo, sentitosi rassicurato dall’assicuratore si propone di darle i 50 euro che ha nel portafoglio, ma la finta ferita, non soddisfatta, alza la posta convincendo il 92enne ad andare a prelevare, mentre gli spiega di essere una professoressa in trasferta per un convegno. L’uomo preleva 500 euro e li consegna alla donna, credendo di anticipare quanto dovuto dall’assicurazione.

La donna sparisce

Dopo la consegna del denaro la truffatrice, tornata gentile e cordiale dopo le insistenze di poco prima, si fa accompagnare nella zona di via Carnovali e sparisce in un cancello.

Solo dopo essere rimasto solo l’ingenuo pensionato si è reso conto di essere stato truffato.

TORNA ALLA HOME