E’ almeno la terza aggressione avvenuta negli ultimi tre mesi a Tavazzano con Villavesco: un cane libero compare dal nulla e azzanna i passanti.

Ennesima aggressione di un cane libero

Lunedì 2 dicembre Giulia (nome di fantasia) si trovava a spasso con la sua bulldog francese Marylin intente a godersi la quotidiana passeggiata post pranzo in giro per una Villavesco tranquilla e quasi deserta. Ad un tratto la signora ha visto arrivare da lontano un pitbull rossiccio che le è letteralmente piombato addosso. Viste la foga e l’aggressività del cane Giulia ha immediatamente preso in braccio Marylin capendo che la designata vittima dell’attacco era proprio lei, ma il cane rizzandosi sulle zampe posteriori le è saltato addosso sbattendola per terra e facendole battere la testa contro il suolo. Nonostante lo stato di shock e il dolore provocato dalla caduta Giulia è riuscita a coprire con il proprio corpo la piccola Marilyn, che nel frattempo era stata azzannata alla zampa dal pitbull.

Grazie alle urla di Giulia un uomo residente poco lontano si è precipitato in strada con un bastone per allontanare il cane aggressore: contemporaneamente, quasi dal nulla, è comparsa una giovane ragazza di circa 20 anni che ha recuperato il pitbull e senza aggiungere una parola si è dileguata nel nulla da cui era arrivata, negando il soccorso a Giulia che, nel frattempo, era ancora a terra dolorante.

La corsa in pronto soccorso e dal veterinario

Una volta capito quanto appena successo, grazie all’aiuto dell’uomo accorso a salvarla, Giulia ha contattato un’amica e si è fatta accompagnare in pronto soccorso di Lodi dove le è stato riscontrato un trauma cranico lieve con 10 giorni di prognosi.

Uscita dall’ospedale la preoccupazione di Giulia è immediatamente stata quella di portare Marylin dal veterinario, che ha medicato le ferite inferte dai morsi del cane prescrivendole una pomata cicatrizzante per almeno una settimana. I morsi del pitbull, limitati in parte dall’intervento di Giulia e dal cappottino per il freddo, hanno provocato alla piccola quadrupede dei veri e propri buchi cutanei che tuttora le provocano dolore.

Le foto delle ferite a distanza di giorni mostrano ancora i segni dell’aggressione:

La denuncia contro ignoti

Della misteriosa giovane padrona non si sa nulla. Le ipotesi su chi possa essere lei o di chi possa essere il cane sono molte, ma l’identità della responsabile rimane (almeno per ora) un mistero. Giulia ha però sporto una denuncia contro ignoti ai Carabinieri, affinché indaghino per scoprire l’identità di quella ragazza che neanche si è preoccupata di prestare soccorso a una persona che si trovava in difficoltà a causa del cane che lei stessa aveva illecitamente lasciato libero.

Leggi anche:  Agitato dalla presenza dei Carabinieri cerca di scappare e viene scoperto con la droga

La denuncia di Serena

A parlarci dell’accaduto è stata Serena Lameri, vicina di casa di Giulia, che ha preso a cuore la situazione, stanca dopo l’ennesima aggressione avvenuta a Tavazzano con Villavesco, dove pare che la gestione dei cani sia un vero e proprio problema sociale.

E’ infatti almeno la terza aggressione nel giro di pochi mesi che fa discutere in città: cani violenti, lasciati liberi dai propri proprietari che non sanno gestirli e sottovalutano il pericolo dei danni che questi animali possono causare.

Come ha ribadito Serena però il problema non è il pitbull e non è il cane, di qualunque razza: il problema sono i proprietari che non sono educati a gestire degli animali del genere.

A lasciare un po’ di speranza in questa brutta vicenda di aggressione e omissione di soccorso, però, sono molti cittadini di Tavazzano con Villavesco. Serena infatti racconta:

“Sono stata molto contenta della reazione di così tante persone che si sono preoccupate per quanto accaduto. Non pensavo sinceramente di ricevere così tanti commenti”.

Ieri una 28enne è stata aggredita dal proprio pastore belga

Il problema della gestione dei proprio cani, con il progressivo aumentare del numero di questi animali nei nuclei famigliari, è uno stallo che in molti – sempre di più – si trovano a dover affrontare, specialmente con razze che per la loro genetica risultano essere più “impegnative” di altre e che dovrebbero essere acquistate solo da persone in grado di gestirle.

Nella tarda mattinata di ieri, 05 dicembre 2019, a Graffignana una ragazza di 28 anni è stata aggredita dal proprio cane, un pastore belga (malinos), nel giardino di casa per cause ancora da accertare. La giovane ha riportato gravi lesioni agli arti superiori e posteriori. Sul posto sono giunte due ambulanze che hanno trasportato la 28enne all’ospedale Maggiore di Lodi in codice giallo.

I Carabinieri di Lodi sono giunti sul posto, oltreché per comprendere la dinamica dell’aggressione, anche per valutare l’attivazione del servizio veterinario dell’Ats lodigiana per eventuali provvedimenti di vigilanza sul cane morsicatore.

(In copertina una foto di repertorio di un bulldog francese come Marylin)

LEGGI ANCHE: Tragedia sfiorata, 82enne aggredita da un cane scappato dal giardino

Pippo muore sbranato da un pitbull: ora Germano lavora perché non si ripeta mai più

TORNA ALLA HOME