Medico e infermiere vittime dell’aggressione di un 24enne stanco di aspettare.

L’aggressione in ospedale a Codogno

Durante la mattinata di domenica 23 giugno 2019, un medico è stato aggredito al Pronto Soccorso di Codogno da un uomo di origine marocchine stanco di aspettare il proprio turno di visita. Il giovane avrebbe perso la pazienza iniziando a urlare e pretendendo di essere visitato, culminando la propria sfuriata con una testata al torace a un medico e con uno strattone al braccio di un infermiere.

Vani sono stati i tentativi di calmarlo, riusciti solo a seguito dell’intervento delle Forze dell’ordine.

L’arrivo delle forze dell’ordine e la denuncia

Fondamentale è stato il tempestivo intervento dei Carabinieri, accorsi al Pronto Soccorso di Codogno per calmare gli animi. L’aggressore è stato immediatamente denunciato per violenza a pubblico ufficiale e interruzione di pubblico servizio.

Il medico aggredito : vittima e testimone

In questa vicenda, l’ennesima a danno degli operatori del Pronto Soccorso e l’ennesima che evidenzia la necessità di maggiore sicurezza nei loro confronti, il medico aggredito svolge un doppio ruolo nelle indagini. Da un lato,  vittima dell’aggressione subita, malgrado i danni riportati risultino essere lievi, dall’altro nelle prossime ore sarà convocato dalla Questura per testimoniare e rilasciare la propria deposizione relativa all’aggressione.

Leggi anche:  Incidente con mezzo pesante a Casalpusterlengo SIRENE DI NOTTE

La dirigenza dell’Azienda socio sanitaria territoriale non ha voluto al momento rilasciare altre dichiarazioni.

VAI ALLA HOME