Ha preso una multa per eccesso di velocità. Peccato che non abbia né l’auto né la patente. Una storia decisamente insolita quella riportata da GiornalediCremona.it. Non si è trattato di un banale errore ma di un vero e proprio furto di identità.

Multa per eccesso di velocità

A vedersi recapitare la multa a casa un giovane bergamasco senza patente e senza auto. Difficile quindi che possa aver superato i limiti di velocità nel comune di Piadena Drizzona, in provincia di Cremona. Eppure si è visto recapitare a casa la classica busta verde con la sanzione. Secondo la Polizia locale del comune cremonese potrebbe trattarsi di un furto d’identità.

Furto di identità

Nell’era di internet e dei social network i furti di identità sono più frequenti di quanto non si possa pensare. Spesso i criminali si appropriano dell’identità altrui per attivare finanziamenti o dirottare bonifici. I dati vengono rubati dai database di servizi internazionali e alberghi o direttamente sottratti da computer e cellulari degli utenti. Per rubare un identità non servono moltissimi dati, spesso sono sufficienti quelli di accesso alla mail tramite cui poi si riesce a risalire a tantissime altre informazioni.

Leggi anche:  Richiede il ricongiungimento familiare presentando un passaporto falso: arrestata

Come difendersi

Si stima che in Italia avvenga un furto di identità ogni 20 minuti. Per difendersi è necessario prestare particolare attenzione a come ci si comporta navigando on line. Assicurarsi sempre di inserire correttamente i dati dei destinatari dei bonifici, attivare la doppia autenticazione per i servizi mail e social e attivare un servizio di notifica via sms delle spese effettuate con la carta di credito sono alcune precauzioni che ognuno di noi dovrebbe mettere in atto navigando sul web.