Soldi nel controsoffitto: Fabrizio Corona assolto definitivamente.

Soldi nel controsoffitto: Fabrizio Corona assolto definitivamente

Assolto definitivamente dall’accusa di intestazione fittizia di beni. A riportarlo è GiornaledeiNavigli.it. La vicenda di Fabrizio Corona riguardava 2,6 milioni di euro che erano stati trovati in parte in un controsoffitto e in altra parte in Austria. Un’accusa che aveva portato l’ex paparazzo in carcere nel 2016.

Il ricorso in Cassazione

La Procura non ha presentato ricorso in Cassazione e l’imputazione è caduta in primo grado e in appello. Nello stesso processo, Corona è stato condannato in secondo grado a sei mesi (in primo era un anno) ma solo per illecito fiscale su una cartella esattoriale che nulla aveva a che vedere con il caso dei contanti trovati. La difesa ha depositato il ricorso alla Suprema Corte contro la condanna per il reato fiscale. L’udienza è fissata per il 9 luglio.

Corona resta però in carcere

Corona non è stato ritenuto colpevole dell’intestazione fittizia di beni in quanto i contanti erano stati trovati in un’abitazione privata, occultati per prevenire eventuali furti. Nel frattempo, Corona rimane in carcere dove è ritornato ad aprile dopo aver violato le disposizioni nei cinque mesi passati in affidamento. Fine pena per le condanne definitive del passato previsto per l’autunno 2022.