Spara al figlio 13enne della compagna: aveva difeso la madre.

Spara al figlio 13enne della compagna: aveva difeso la madre

Come riporta GiornaledeiNavigli.it, si è messo in mezzo per difendere la madre e forse le ha salvato la vita.  Ma si è beccato una pallottola nel braccio.

Angelo Di Matteo, 45 anni, guardia giurata di professione, litiga con la compagna, poi estrae la pistola dalla fondina e la punta contro la donna terrorizzata. Il figlio di lei, 13 anni, interviene per proteggerla. L’uomo si sposta e punta verso di lui la canna: esplode un colpo che, per fortuna, lo ferisce al braccio destro e non al petto.

Fermato dai carabinieri

Teatro della vicenda via Marco Aurelio, zona via Padova a Milano. I vicini di casa danno subito l’allarme e in pochi istanti arrivano i carabinieri. Riescono a bloccarlo prima che esploda un altro colpo. Secondo i testimoni, l’uomo stava rincorrendo il ragazzino e la mamma, impugnando l’arma. I militari lo fermano, lui cerca di divincolarsi ma è costretto ad arrendersi.

Leggi anche:  Autobus dirottato: via a Milano il processo, famiglie parte civile

Ora dovrà rispondere di tentato omicidio della donna e del 13enne che, fortunatamente, non è in pericolo di vita. Portato subito al pronto soccorso, è stato tenuto sotto controllo dal personale medico.