Violenza sulle donne, il report del 2018 nel Lodigiano.

Violenza sulle donne

I dati sono stati diffusi in occasione della riunione della rete “Amati”, occasione per fare il punto su come è andato il 2018. 25 casi “ad altro rischio” rispetto ai 12 del 2017. 185 le donne prese in carico, anch’esse in aumento rispetto alle 161 del 2017.

Calo delle denunce

Un dato, però, che fa paura è il calo delle denunce, effettuate dal 24% delle vittime nel 2018, contro il 48% del 2017. Spesso e volentieri è proprio l’incertezza relativa alla certezza della pena che dissuade le donne dal denunciare. I casi di vittime provenienti da paesi africani e sudamericani sono in crescita, mentre scendono le italiane, Lodigiano compreso.

Le donne sono colpite maggiormente tra i 28 e i 47 anni (57%); in aumento diplomate (sono il 71%), lavoratrici (le disoccupate calano dal 37 al 33%) e donne che si rivolgono al centro entro i primi 5 anni di maltrattamento (53%), mentre hanno una relazione in corso con il compagno o marito violento (70%). Quest’ultimo è italiano nel 77% dei casi, lavoratore (71%) e nel 63% dei casi non ha problemi di alcolismo, tossicodipenza o penali.

Leggi anche:  Maltrattamenti al nido: due maestre violente ai domiciliari VIDEO SHOCK

LEGGI ANCHE: “Ti manderò all’inferno, così diceva la guardia giurata di Cornegliano alla donna che ha bruciato”