Cattedrale Vegetale: ieri si è tenuto il presidio del Pd di Lodi per sollecitare l’attuale Giunta.

Cattedrale Vegetale

Ieri, Domenica 24 giugno, dalle 09.00 alle 13.00, il circolo di Lodi del Partito Democratico ha promosso un presidio presso la Cattedrale Vegetale, per ribadire l’esigenza di un concreto impegno del Comune a realizzare gli interventi che servono a completare l’allestimento dell’area e a garantire una costante cura e pulizia.

Motivazioni

“La Cattedrale Vegetale è infatti un’opera di straordinaria bellezza, diventata in poco tempo un simbolo della città e meta di numerosi visitatori, tra i quali molti provenienti da ogni parte d’Italia e del mondo. Voluta dall’amministrazione comunale di centrosinistra per rendere omaggio alla figura dello scomparso artista lodigiano Giuliano Mauri, realizzata con contributi regionali e generose donazioni di sponsor privati, è un suggestivo esempio di connubio tra arte e natura, che tuttavia non è ancora in grado di esprimere tutta il suo potenziale turistico e non è stato valorizzato a pieno, perché la nuova amministrazione di centrodestra (che ha infine dovuto riconoscere, a denti stretti, la lungimiranza di questa scelta e la validità del progetto) da quando è alla guida della città ha completamente trascurato l’opera, accumulando vistosi ritardi nel completamento dell’allestimento.

Leggi anche:  Cicap Fest 2018 contro bufale e pseudoscienze tre giornate in Veneto

Illuminazione artistica e video sorveglianza

“Nonostante le promesse e gli annunci del vice sindaco Maggi si siano sprecati, infatti, ad oggi non c’è traccia dell’illuminazione artistica e della videosorveglianza e di una cura e pulizia costanti dell’area.” Queste la accuse mosse all’attuale Giunta di Centrodestra, alla quale il Pd ha chiesto ufficialmente di rispettare gli impegni. Ieri Lorenzo Maggi era attivo sui propri social, ma non ha commentato o risposto al Presidio, preferendo concentrarsi sugli eventi in Piazza della Vittoria inscritti nell’ambito di Lodi al Sole. 

Isola Carolina: Lodi Civica al contrattacco