Venerdì 24 maggio alle 21 al Teatro alle Vigne di Lodi (0371 409 855 www.teatroallevigne.com) per gli spettacoli fuori abbonamento va in scena The Unconventional Show, con il lodigiano Stefano Signoroni & The MC Band, insieme ai comici di Zelig Alessandro Betti e il Trio Boiler (Federico Basso, Davide Paniate, Gianni Cinelli).

Teatro alle Vigne

Ti sei chiesto cosa può succedere se qualcuno ha il coraggio di mettere sullo stesso palco un affascinante crooner e la sua band con un quartetto di baldi comici? The Unconventional Show è uno spettacolo ispirato ai grandi live show americani, che non prescinde mai da quella che è la natura comica originaria degli interpreti. Un varietà “non convenzionale”, appunto, che coniuga la musica coinvolgente ed emozionante dell’eclettico pianista Stefano Signoroni, insieme alla sua The MC Band e l’irriverente e surreale comicità di Alessandro Betti e di Federico Basso, Davide Paniate e Gianni Cinelli del Trio Boiler.

Lo show

Lo spettacolo è una continua alternanza di diverse combinazioni tra musica e comicità, dove non si sa quando comincia una e finisce l’altra. Le interferenze continue della musica nella comicità e la comicità nella musica, creano un ritmo narrativo sempre sorprendente e imprevedibile. Non mancheranno i duetti, i terzetti e gli assoli inaspettati, spesso estemporanei, dato che l’improvvisazione, nello spettacolo, è una peculiarità che tutto il cast usa e ritiene indispensabile, per uno show sempre nuovo e vario ad ogni replica.

Il cast

Stefano Signoroni, lodigiano, è cantante, compositore, musicista e intrattenitore.

Numerose sono le sue partecipazioni a programmi televisivi in qualità di cantante e pianista (La Canzone del Secolo di Pippo Baudo, Comedy Club di Federica Panicucci, Kalispera di Alfonso Signorini), e radiofonici (Alfonso Signorini Show – RMC). Durante la sua carriera ha collaborato in qualità di corista e tastierista con Eros Ramazzotti e scritto, insieme a Jacopo Sarno e Andrea Torresani, il brano This is Christmas scelto come colonna sonora del film di Massimo Boldi A Natale mi sposo. Nel 2011 Stefano Signoroni ha dato vita al progetto “Stefano Signoroni and the MC”, con la collaborazione del musicista Flavio Scopaz pubblicando il primo singolo, Music to watch girls by. Dopo l’uscita nel 2013 del singolo Help yourself, scelto come sigla del programma di Radio Monte Carlo Alfonso Signorini Show, Stefano ha pubblicato il brano When I tell you that I love you, versione inglese del celebre brano di Tony Renis Quando dico che ti amo, il brano natalizio Calypso Navidad con Jacopo Sarno e l’attore Sergio Muniz e il singolo Love Is The Way, in collaborazione con Claudio Guidetti.

Nel 2016 esce il disco Good Times (prodotto da Giordano Colombo e Nicolò Fragile) mentre nel 2017 è la volta del disco natalizio Christmas. Dal 2018 Stefano collabora ufficialmente con Zelig e partecipa a numerose produzioni televisive per il marchio Bananas e ZeligTV (canale 63 del digitale terrestre).

Stefano Signoroni insieme alla band The MC si esibisce in tutto il mondo in occasioni di eventi prestigiosi e nelle location più esclusive. Nell’estate del 2018 partecipa al “Monte Carlo Sporting Summer Festival” in apertura di grandi artisti quali Ringo Starr, The Original Gypsies e molti altri.

I Boiler sono un trio comico formato da Federico Basso, Gianni Cinelli, Davide Paniate.

Nel 2010, Federico Basso (presentatore di Zelig Off insieme a Teresa Mannino e autore televisivo di Zelig prima serata), Gianni Cinelli (conosciuto soprattutto per il suo personaggio di Shine, barman un po’ “shakerato” e “frizzantino”) e Davide Paniate (comico genovese, presentatore di Zelig Off con Katia Follesa e di Zelig 1 con Katia Follesa ed Elisabetta Canalis) dopo aver maturato singolarmente una decennale esperienza nel campo della comicità italiana decidono, come naturalmente attratti di fondersi in un esempio di comicità a 360 gradi.

Leggi anche:  Stage di 28 giorni a Valencia: così gli studenti lodigiani imparano cos'è il lavoro

Nel 2010 a Zelig Off i Boiler presentano lo sketch dei “finti” giornalisti: i tre seduti tra il pubblico come inverosimili redattori di improbabili testate, trasformano la situazione come se si stesse assistendo ad una vera e propria conferenza stampa. Le domande, davvero fulminanti, sono il risultato della loro geniale e singolare comicità.

I Boiler dopo il gradimento del pubblico durante le puntate di Zelig Off 2010, arrivano nel 2011 a far parte del cast fisso di Zelig in prima serata in onda su Canale 5. Partecipano a diverse puntate proponendo la loro surreale conferenza stampa: seduti in platea, rivolgono domande a Claudio Bisio e Paola Cortellesi. Nel 2012 i Boiler sono stati invitati insieme a Claudio Bisio e Paola Cortellesi a presenziare alla serata di premiazione dei Premio Regia TV 2011 che si è svolta come di consuetudine al Teatro Ariston di Sanremo (in onda su Rai 1).

Nel 2013 sono i presentatori di Extra Show il programma originale dedicato al meglio di tutto l’intrattenimento che ha fatto la storia di Canale 5, Italia 1 e Rete 4 negli ultimi trent’anni. Nell’edizione 2014 di Zelig in prima serata, oltre ad essere in platea come finti giornalisti, commentano con Alessandro Betti la diretta streaming della registrazione di ogni puntata della trasmissione.

Nel 2015 la conferenza stampa dei Boiler approda al Festival di Sanremo dove sono ospiti fissi della prima edizione condotta da Carlo Conti.

Nelle due ultime edizioni di Zelig i Boiler oltre a far parte del cast con nuovi sketch, come L’interprete, sono i protagonisti della diretta streaming della trasmissione ogni martedì durante la registrazione della puntata.

Alessandro Betti, milanese di nascita, è tra i volti più popolari per chi segue la comicità in tv. La sua formazione fa sì che non sia solo tra i più anticonformisti attori comici del momento ma anche tra i più singolari interpreti drammatici.

Al cinema lo abbiamo visto con la coppia Ale e Franz nel cast del film Mi Fido di Te, diretto da Massimo Venier, in cui interpreta un automobilista truffato. Nel film Il Capitale Umano di Paolo Virzì interpreta un assessore leghista.

Ma è nel teatro che risiede la sua passione primaria, diversi sono i testi di commedie originali che ha scritto e messo in scena, tra cui Jena ridens (regia di Paola Galassi) e La strana notte di Alice (regia di Roberto Marafante). Ultima esperienza teatrale è Sogno di una notte di mezza estate di William Shakespeare con la regia di Gioele Dix in cui si interpreta il doppio ruolo di Lisandro e Flute. Approda in tv con la versione italiana del programma Saturday Night Live (Italia 1), ma la grande occasione arriva nel 2007 a fianco di Ale e Franz con Buona la prima! (sit-show interamente basato sull’improvvisazione -Italia 1), dove interpreta il ruolo di Sandro, l’amico “storico e imprevedibile” dei due padroni di casa. La collaborazione con Ale e Franz continua con altri due format televisivi sempre su Italia 1, Ale e Franz sketch show (2010) e A&F – Ale e Franz Show (2011). Nell’edizione 2014 di Zelig Off nasce il personaggio del rapper Sdrumo che approda anche alla prima serata di Zelig, sempre nella stessa edizione del programma di Canale 5, con la complicità dei Boiler.

Alessandro dà vita all’esilarante mentalista Jack Buviè. Nel 2016 è a Zelig Event con il personaggio dello sportivo Gunter Fraikoffel. Nel 2015 è Leo protagonista della sit-com I Capatosta in onda su Boing.

LEGGI ANCHE: La Milanesiana 2019 coinvolge anche Lodi