Asvicom Lodi lancia un appello ai 47 sindaci neoletti nel Lodigiano.

Asvicom Lodi

Si sono conclusi da poche ore gli scrutini nei 47 Comuni della Provincia di Lodiin cui domenica 26 maggio si è votato per l’elezione diretta dei sindaci e il rinnovo dei consigli comunali. Tra conferme e novità, il panorama politico del territorio si è assestato, tenuto conto che i 47 Comuni in cui si è andati al voto rappresentano un’ampia fetta della Provincia di Lodi, dove in totale i Comuni sono 60.

LEGGI ANCHE: I risultati delle Elezioni comunali in tutti i 47 Comuni lodigiani al voto

L’appello

Proprio ai 47 nuovi sindaci si rivolge il presidente di Asvicom Lodi, Vittorio Codeluppi. “Innanzitutto è doveroso fare i complimenti agli eletti e augurare loro buon lavoro per i prossimi cinque anni. Il grazie va esteso a quanti, vincitori e sconfitti, si sono impegnati negli scorsi mesi nelle liste e nella campagna elettorale, rappresentando un esempio di democrazia”.

A urne chiuse, l’Associazione che rappresenta il mondo del commercio e della piccola impresa lodigiana lancia poi un appello ai nuovi sindaci, affinché già nei primi mesi di lavoro tengano sulla propria scrivania le richieste avanzate pubblicamente prima del voto da Asvicom.

Abbiamo sottoposto ai candidati tre richieste, tre indirizzi di governo – spiega il presidente di Asvicom, Vittorio Codeluppi – una tassazione più equa, la riduzione della burocrazia e un’apertura al confronto con le categorie e le rappresentanze prima di adottare decisioni importanti per il tessuto economico locale. Crediamo siano richieste concrete e di buon senso, che dopo essere state sottoposte ai candidati, sottoponiamo ora ai sindaci neoeletti”.

Il presidente Asvicom chiude poi con un auspicio: “Ai sindaci chiedo di stare vicini ai commercianti e ai piccoli imprenditori, che sono il cuore delle nostre comunità”.

LEGGI ANCHE: Europee 2019: tutti i dati dei partiti nel Lodigiano

Leggi anche:  Sciopero piloti Alitalia mercoledì 9 ottobre 2019