Poste Italiane: quasi 130mila buoni fruttiferi postali e libretti di risparmio sottoscritti dai risparmiatori della provincia di Lodi.

Libretti postali nel lodigiano

I Buoni Fruttiferi Postali e i Libretti Postali restano tra le forme di risparmio più amate dagli italiani, e la provincia di Lodi ne offre conferma con quasi 130mila sottoscrizioni.
In questo quadro complessivo, i Libretti Postali, emessi dalla Cassa Depositi e Prestiti e garantiti dallo Stato, si attestano oggi in provincia di Lodi ad oltre 54mila, gettonatissimi perché offrono un rendimento certo e la comodità di poter essere aperti e gestiti senza alcuna spesa in qualunque Ufficio Postale d’Italia.

Buoni fruttiferi nel lodigiano

Aumentano anche i Buoni Fruttiferi, che superano i 74mila. Emessi per la prima volta nel marzo del 1925 nei tagli da 100, 500, 1.000 e 5.000 lire, anche questi strumenti sono diventati subito la migliore soluzione di risparmio in sicurezza.
Poste Italiane si conferma quindi come il porto sicuro del risparmio degli italiani, grazie alla possibilità di investire piccole e grandi somme con la garanzia di una buona redditività. L’azienda guidata dall’Ad Matteo Del Fante ha di recente raggiunto il significativo traguardo, secondo la classifica internazionale”The Most Influential Brands 2019″, di essere la società quotata italiana più influente in positivo nelle scelte quotidiane dei cittadini, e quest’anno ha anche conquistato il 23° posto assoluto nella Global Top 100, migliorando di dieci posizioni rispetto al 2018.

Leggi anche:  Vertenza Auchan Conad: questa mattina protesta in piazza Duomo

TORNA ALLA HOME