È stato siglato oggi, 8 marzo 2019, l’accordo tra Assolombarda e la Direzione provinciale dell’Inps di Lodi. L’intesa, firmata dal Direttore Generale di Assolombarda Alessandro Scarabelli e dal Direttore Provinciale Inps di Lodi Paolo Licata, è volta a rendere più semplice e diretta la comunicazione tra le aziende e l’Istituto e garantire tempi di risposta certi alle imprese.

Protocollo Assolombarda

“L’intesa firmata oggi a Lodi è il frutto di una collaborazione che ci vede da tempo impegnati con la Pubblica Amministrazione, in una logica di semplificazione e di servizio alle imprese – ha dichiarato Alessandro Scarabelli, Direttore Generale di Assolombarda –. Grazie a questo accordo con la Direzione Provinciale dell’Inps di Lodi, le aziende del territorio potranno contare su canali di comunicazione dedicati, tempi di risposta certi e un servizio sempre più rispondente alle loro necessità”.

Paolo Licata

“È in continuità con i positivi risultati ottenuti attraverso le Intese stipulate negli anni scorsi che viene sottoscritto un nuovo Protocollo tra Inps e Assolombarda Confindustria Milano, Monza e Brianza, Lodi – ha sottolineato Paolo Licata, Direttore Inps di Lodi –. La valenza strategica della reciproca relazione e cooperazione pone il Protocollo come uno strumento per migliorare la qualità della comunicazione, renderla tempestiva e garantire tempi certi di risposta alle richieste/istanze delle imprese”.

L’accordo

L’accordo, che ha una durata biennale, stabilisce dunque un contatto diretto tra mondo produttivo ed ente pubblico che renderà più semplici le comunicazioni e rapide le risposte. Il termine massimo di presa in carico e riscontro da parte dell’Inps non supererà, infatti, i 7 giorni lavorativi che si ridurranno ulteriormente a 5 se l’oggetto della richiesta riguarderà il Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC), in considerazione dell’importanza strategica che questa tematica riveste per le imprese.

Leggi anche:  Cuoche mense scolastiche Lodi: dopo scioperi e malumori arriva la bozza di accordo

Inoltre, il protocollo prevede la possibilità di promuovere tavoli tecnici sulle materie di interesse congiunto, seminari e incontri per condividere novità normative e procedurali.

LEGGI ANCHE: Derubato benzinaio nella notte a Lodi