Con l’arrivo della primavera a Milano arriva puntuale come ogni anno l’appuntamento dedicato al design e all’arredamento: il Salone del Mobile e Fuorisalone . Per l’occasione le vie di Milano si popolano delle migliori espressioni del design italiano e internazionale tra centinaia di installazioni, presentazioni e party.

LEGGI ANCHE:Salone del mobile e Fuorisalone 2019: gli eventi da non perdere

Salone del mobile e Fuorisalone 2019

Il Salone del Mobile 2019 si svolgerà nel polo espositivo di Fiera Milano Rho da oggi, martedì 9 aprile, fino a domenica 14 aprile.  L’evento,  che quest’anno giunge alla sua 58esima edizione,  comprende 5 settori distinti, organizzati su una superficie espositiva di oltre 205.000 metri quadri,  con più di 2.350 espositori, di cui 550 designer presenti con tutte le novità e le proposte solo per il SaloneSatellite.  Il Salone del Mobile si divide in due macro categorie: il Salone Internazionale del Mobile e il Salone Internazionale del Complemento d’Arredo. A loro volta, queste due macro categorie sono divise in tre tipologie stilistiche: Classico, Design e xLux. Dato che si tratta di manifestazioni biennali, quest’anno saranno visitabili anche Euroluce e Workplace3.0.

L’inaugurazione

All’inaugurazione del Salone del Mobile alle 10.30 a Rho Fiera Milano all’ingresso Porta Sud saranno presenti anche il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana e l’assessore regionale al Turismo, Marketing Territoriale, Moda e design Lara Magoni. Il Salone del Mobile però è iniziato con una gaffe: una delle ragazze addette alla sorveglianza ha fermato il presidente del Consiglio Conte dicendo «Don’t touch please!» («Non tocchi, per favore!»). Conte è stato infatti scambiato per un visitatore un po’ troppo invadente nel momento in cui si è eccessivamente avvicinato ad una lampada delicata. Notata la figuraccia appena fatta la giovane è scoppiata a ridere, così come tutti i presenti.

Le parole di Fontana

Il governatore Fontana su Facebook scrive:

“Oggi con il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e il vicepremier Matteo Salvini all’inaugurazione del #salonedelmobile di #Milano. Un evento di caratura e prestigio internazionale che conferma come Milano e gli imprenditori #lombardi siano un punto di riferimento a livello mondiale.

#RegioneLombardia#Lombardia#LombardiaAlLavoro”

“La Regione Lombardia – ha aggiunto il presidente – è pronta: proprio ieri abbiamo inaugurato il Museo del Design, che – ne sono certo – entrerà presto fra le più ambite mete culturali turistiche d’Italia. Per il ‘Fuori Salone’, abbiamo inoltre realizzato nella sede di Palazzo Lombardia un vero e proprio hub della creatività, per accrescere la visibilità delle eccellenze di design che animano, in questa speciale settimana, il nostro territorio”.

Saper fare lombardo

“Questo evento – ha evidenziato il governatore – mostra tutti i tratti peculiari della tradizione lombarda del ‘fare impresa’: l’abilità e la sapienza dei maestri artigiani lombardi unite alla spinta verso l’innovazione. Oltre 800.000 micro piccole e medie imprese costituiscono la base portante del tessuto produttivo regionale e valorizzano il ‘saper fare’ lombardo. Il mio impegno va nella direzione della diffusione di una cultura orientata all’imprenditorialità”.

Semplificazione e innovazione

“Regione Lombardia – ha ricordato – è già ampiamente intervenuta in tema di semplificazione normativa per rimuovere gli ostacoli nella vita delle imprese. Abbiamo avviato politiche di ricerca e innovazione e percorsi di internazionalizzazione per accompagnare le piccole medie imprese e favorire l’apertura di nuovi mercati nei settori di eccellenza. Credere nell’impresa significa scommettere sul futuro e il futuro appartiene alle giovani generazioni. E allora il mio auspicio è che il Salone Internazionale del Mobile possa essere un’opportunità di crescita per tutti: per il saper fare tradizionale e per la creatività e il genio dei nostri giovani designer”.

Giovani si ispirino a Leonardo

 “Insieme guardiamo a Leonardo – ha esortato il presidente –  esempio di sapienza ingegneristica legata a doppio filo con il genio artistico, ‘magister’ nel coniugare funzionalità e bellezza, designer ante litteram, sperimentatore audace, non a caso ispirato da Milano e dalla Lombardia. E’ lui il padre nobile cui le nuove generazioni possono ispirarsi per trarre insegnamento. Un anno fa – ha concluso il presidente – partecipai all’inaugurazione del ‘Salone’ tra i primissimi appuntamenti da presidente di questa laboriosa e infaticabile Regione. Mi sento di ripetere quel motto che da quei giorni mi accompagna, perché credo sia il motto che più questa platea condivide: ‘al lavoro!’”.

Info e orari

Sarà possibile visitare l’esposizione da martedì 9 aprile fino a domenica 14 aprile. Se i primi giorni saranno dedicati solo agli addetti ai lavori e agli operatori del settore, nel weekend il Salone del Mobile 2019 spalancherà le porte anche al pubblico di appassionati. Gli orari di apertura sono per tutte le giornate dalle 9.30 alle 18.30.

Leggi anche:  A Esselunga il premio innovazione risorse umane del Politecnico di Milano

Per tutte le informazioni il sito del salone:  https://www.salonemilano.it/

Salone del mobile, metro potenziate e orario prolungato

Da martedì 9 è potenziata la linea M1, che porta al Salone del Mobile a Rho Fiera. Potenziate nelle ore serali anche la M2, che porta ai design district più animati del Fuorisalone, e la linea M3. Sulla Gialla viaggeranno treni aggiuntivi anche per tutta la giornata di sabato. Per raggiungere la zona di via Tortona, in alternativa alla fermata di Porta Genova si consiglia di usare anche quella di Sant’Agostino. Nella giornata di sabato 13 aprile il servizio urbano delle linee M1, M2, M3 e M5 è prolungato con gli ultimi passaggi dal centro città alle 2 di notte circa.

LEGGI ANCHE: Salone del mobile, Atm potenzia la metropolitana