Autonomia della Lombardia, il presidente regionale Attilio Fontana manda un messaggio chiaro al Governo. “Sull’Autonomia è inutile continuare a prendere in giro la gente, tanto se il tentativo è quello di realizzare una riforma che sarebbe una ‘non riforma’, dico subito che non la sottoscriverò mai. Per cui se qualcuno sta cercando di portarci in quella direzione si sbaglia: o è un ‘si”, ovvero una riforma seria, utile per il Paese, oppure è meglio che dicano ‘no’ e basta”.

Autonomia della Lombardia, “Diteci le cose come stanno”

Dopo l’ennesima fumata nera di ieri del Governo e conseguente rinvio, il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, è tornato a parlare oggi di Autonomia a margine della presentazione di una ‘Smart Energy Area’ presso la stazione ferroviaria di Milano Bovisa.”Non so più cosa pensare – ha detto ancora Fontana – credo sia meglio spiegare le cose come stanno, perché continuo ad ascoltare affermazioni prive di consistenza. Chi non è d’accordo con l’Autonomia che noi proponiamo, lo dica ai cinque milioni di persone che hanno chiesto di averla. Meglio essere onesti anziché continuare ad utilizzare formule quantomeno equivoche”.

Leggi anche:  Manifestazione degli insegnanti a Lodi, presente anche Augussori (Lega)

“Nessun governatore disposto a prendere uno schiaffone”

“In caso di una risposta negativa  alle nostre richieste di Autonomia, e delle eventuali azioni da intraprendere – ha ribadito Fontana- Vedremo, ne parleremo con Zaia, ne parleremo con Bonaccini. Credo che nessuno degli altri governatori sia disposto a prendere uno schiaffone del genere senza muovere ciglio”.