Eleonora Ferri, consigliere leghista lodigiano, risponde nuovamente alle critiche delle opposizioni in relazione alla questione agevolazioni negate.

Eleonora Ferri sul piede di guerra

Nella giornata di ieri si è assitito a un botta e risposta tra centrodestra e centrosinistra lodigiano; oggi la consigliera leghista Eleonora Ferri torna nuovamente all’attacco, difendendo le posizioni della giunta Casanova e criticando aspramente Pd e Uguali Doveri, il gruppo nato a sostegno dei cittadini stranieri esclusi dalle agevolazioni. “Gli esponenti del PD continuano a non voler capire che i lodigiani, alle scorse elezioni amministrative, hanno riposto fiducia in un sindaco di centro destra! Perseverano infatti tramite polemiche strumentali a voler inculcare  ai cittadini, il messaggio che la giunta Casanova, con l’introduzione del nuovo regolamento alle prestazioni sociali agevolate, abbia peccato di discriminazione e iniquità verso i bambini extracomunitari.”

“Abbiamo fatto rispettare la legge”

“Vorrei ricordare a chi continua ad ostinarsi ergendosi a paladino della giustizia, che l’ente pubblico Comune di Lodi, ha agito nel pieno rispetto della legge in vigore, pertanto chi ha ulteriori polemiche da muovere vada a farlo con l’organo che ha il potere legislativo di emanare le leggi, non con chi le fa rispettare applicandole!  Invito i signori di sinistra che tanto ci accusano di discriminazione, di provare a fare il ragionamento inverso, ovvero, se le famiglie che a loro avviso sarebbero da noi discriminate, tenessero ad integrarsi davvero con la nostra comunità, per quale motivo dovrebbero ricevere trattamenti differenti dai cittadini comunitari? Mi sembra davvero si stia facendo del vittimismo superfluo, strumentalizzando ancora una volta i bambini pensando, attraverso loro, di arrivare a toccare più velocemente le coscienze dell’opinione pubblica! È inaccettabile inoltre, vi siano bocche stereotipate che lanciano continuamente  terminologie, accuse ed offese che anche solo per cortesia e rispetto istituzionale dovrebbero essere evitate! Mi sono stufata di sentire parlare di incapacità, inadeguatezza, vergogna amministrativa e ancora razzismo o ritorno all’apartheid! Dopo aver governato la città di Lodi per 23 anni in maniera pessima, la morale da parte del PD è semplicemente inaccettabile e ridicola! Leggere dichiarazioni come “ iniquità sociale, incapacità amministrativa,totale chiusura al dialogo:Lodi non meritava tutto ciò” oppure“non si preoccupi, Sindaco Casanova. E pure voi, militanti leghisti e loro alleati, non preoccupatevi: un giorno la Storia vi chiederà il conto di tutto il male che state facendo, di tutta l’emarginazione che state creando” da la dimostrazione che il PD debba denigrare a tutti i costi con toni minacciosi gli avversari politici, perché solo così può sperare di accaparrarsi qualche voto in più alle prossime tornate elettorali!”

Leggi anche:  Interrogazione parlamentare sul "razzismo verso i leghisti" alla Croce Rossa

Uguali doveri discriminatorio?

“Stanno inoltre circolando in città, a me personalmente è stato consegnato durante il consiglio comunale, volantini promossi dal comitato Uguali Doveri, che riportano l’invito a donare dei soldi per pagare pasti in mensa ad alcuni bambini, lo stesso fa riferimento ad un iban su cui poter fare il versamento ed indica di scrivere una causale che recita: “tutti i bambini sono uguali”. Ebbene per i grafici e le menti di questa iniziativa, i bambini sono talmente tutti uguali che hanno deciso di rappresentarli stilizzati in vignetta, differenziandoli tra loro, dal colore della pelle! E poi c’è chi ha il coraggio di dire che sono i leghisti quelli che discriminano?  Questa è la tipica dimostrazione di una sinistra  che porta argomentazioni caratterizzate da ipocrisia e che recita la parte buonista per avere in cambio visibilità! Il bene e la carità si fanno in silenzio, tutto il resto è “palcoscenico”! ha concluso la Ferri nella sua nota diretta agli organi di stampa.

LEGGI ANCHE: Guida ubriaco senza patente: lesioni a un 25enne