Il Pd affonda sul Centrodestra in merito al bilancio della Provincia di Lodi.

Pd attacca Centrodestra

“Dopo il fallimento al primo tentativo lo scorso settembre (quando il provvedimento venne ritirato di fronte all’evidenza di numeri che non garantivano al centrodestra la maggioranza dei voti), il presidente Passerini riproporrà oggi al nuovo consiglio provinciale (“blindato” dai risultati di un’elezione da cui sono state inopinatamente escluse tutte le liste avversarie) un bilancio di previsione 2018 ed un triennale 2018-2020 su cui il Partito Democratico ha già espresso forti critiche, che oggi non possono che essere ribadite.”

Ha reso noto il Pd provinciale mediante nota stampa.

Bilancio sbagliato

“Si tratta di un bilancio sbagliato, costruito male, che verrà approvato nonostante il parere negativo del dirigente finanziario, perché il pareggio viene garantito solo utilizzando per la spesa corrente l’avanzo del 2017, mentre le norme di finanza degli enti locali richiedono il pareggio tra le entrate e le uscite dell’anno di competenza. Questa impostazione del bilancio espone l’ente al rischio di sanzioni, tra cui il divieto di assumere ed il taglio dell’1% della spesa corrente, mentre la Provincia avrebbe al contrario bisogno di non indebolire ulteriormente l’organico e quantomeno di preservare livelli di spesa già significativamente inferiori alle reali necessità.”

Continua il Centrosinistra.

“L’amministrazione provinciale di centrodestra fa quindi un salto nel vuoto, oltretutto lasciando irrisolti molti gravi problemi, a partire dall’incapacità di trovare soluzioni per garantire il rispetto degli impegni economici a sostegno del polo universitario di veterinaria di Lodi. A questo proposito, vale la pena di ricordare che i 2,4 milioni di euro che nel 2017 erano stati destinati a questo scopo alla Provincia nell’ambito del Patto per la Lombardia (sottoscritto dalla Regione con il Governo di centrosinistra), sono stati successivamente dirottati al Comune di Lodi per finanziare alcuni interventi senza nessun significato strategico per il territorio, con un blitz tutto interno alla Lega che Passerini, dopo la sua elezione a presidente nel febbraio 2018, ha persino trovato modo di avallare.”

“Università ignorata”

“Di fronte a questa situazione (che vede la Provincia unico soggetto inadempiente degli accordi sottoscritti), il tema dell’Università non viene neppure preso in considerazione nell’agenda dei lavori dell’Assemblea dei Sindaci convocata per oggi, nonostante le ripetute richieste, così come altre importanti questioni, come quella dei fanghi. Anche la programmazione finanziaria di medio termine elaborata dal centrodestra desta forti preoccupazioni: basti pensare al clamoroso salasso che attende i lodigiani per il 2019 ed il 2020 sotto forma di multe stradali, con la previsione di incassi per 1,4 milioni di euro (per dare un’idea, gli incassi accertati a questo titolo nel 2017 sono stati pari a 45.000 euro…). Insomma, l’equilibrio dei conti della Provincia affidato ad una proliferazione di autovelox. Il Partito Democratico conferma perciò la sua contrarietà a questa proposta di bilancio, coerentemente a quanto già manifestato dai suoi rappresentanti nella precedente seduta di consiglio e nell’assemblea dei sindaci del 27 settembre.”

Questa la disamina del Partito Democratico.

Leggi anche:  Chef Rubio con gli stranieri discriminati in mensa a Lodi

LEGGI ANCHE: Il Flash Mob organizzato dal Coordinamento Uguali Doveri