Pd Lombardo interviente sulla querelle, ormai di dimensioni nazionali, relativa alla negazione delle agevolazioni mensa agli stranieri.

Pd Lombardo

Dopo l’intervento del vicepremierMatteo Salvini e l’arrivo al Broletto di Striscia la Notizia, anche il Pd Lombardo prende una netta posizione in relazione alla questione agevolazioni mensa negate agli stranieri.

“Violazione dei diritti”

“Se l’amministrazione di Lodi ha il diritto di deliberare sulle materie di sua competenza non può trascurare in nessun modo l’evidente discriminazione dei minori che il regolamento determina. Si palesa, infatti, in tutta la sua evidenza una violazione dei diritti dell’educazione e del superiore interesse del bambino come stabilito dalla Convenzione Onu. È inaccettabile che la Lega, pur di portare avanti la sua campagna elettorale permanente se la prenda anche con i bambini! Utilizzeremo tutti gli strumenti a nostra disposizione per ristabilire il diritto dei bambini figli di stranieri a usare i servizi scolastici esattamente come tutti gli altri. Il Partito Democratico lombardo, a tutti i livelli, è unito nella lotta a questa palese discriminazione.” Lo dichiarano il segretario regionale del Pd Alessandro Alfieri, il capogruppo in Consiglio regionale Fabio Pizzul, la senatrice Flavia Malpezzi e la responsabile diritti della segreteria regionale Diana De Marchi.

Leggi anche:  Caso mensa: consiglieri comunali "Nessuna polizza per mettere la mani avanti"

LEGGI ANCHE: In Lombardia aria irrespirabile