Revisione tariffaria relativa alla sosta a pagamento nel Comune di Lodi: Piacentini del Pd sulla questione.

Revisione tariffaria

Il consigliere del Pd di Lodi, Simone Piacentini, interviente sulla revisione del piano tariffario per la sosta pubblicato sul sito del Comune di Lodi.

Le critiche del Pd

“La prima e piu’ importante questione e’ relativa alla gratuita’ del parcheggio dei diversamente abili, il piano di revisione non contiene nessuna novita’ in merito ed e’ per questo che abbiamo presentato l’osservazione inviata stamane all’Assessore Tarchini. Tale impegno, comune a tutti i candidati e’ un tema non solo presente nelle linee di mandato del Sindaco Casanova ma un vero importante segnale la cui occasione non puo’ sfuggire. Abbiamo quindi deciso di presentare l’osservazione in merito affinche’ tale obbiettivo possa essere perseguito senza se e senza ma. Ci auguriamo che, anche dopo le dichiarazione dell’esponente leghista della Giunta Casanova nonche’ Assessore al bilancio Sichel che esprime una chiara posizione in merito tale osservazione possa essere accolta senza alcun problema.”
Esordisce Piacentini.

“Un aumento”

“La seconda novita’ che questo piano ci evidenza e’ che ancora una volta l’attuale Amministrazione, condendo di belle parole, impone un cospicuo aumento che incidera’ direttamente sui cittadini. Infatti con le nuove tariffe chi decidera’ di parcheggiare nella zona C subira’ un aumento del 10% rispetto alle precedenti tariffe, mentre nella zona B piu’ attigua al centro del 5% senza contare che l’eliminazione della gratuita’ nella fascia di pranzo influisce in modo negativo e pesante sulle attivita’ commerciali del centro. Insomma ancora una volta il Vicesindaco Maggi predica bene e razzola male avvallando attraverso il suo rappresentante alla Mobilita’ un nuovo aumento che si somma ai tanti gia’ confermati da questa Giunta. Ci chiediamo se e come variera’ per le casse comunali il gettito derivante dagli agi tariffari, modifica peraltro attuata a bando assegnato.
Per terzo ancora una volta non si e’ voluto dare attenzione ai pendolari, infatti siamo convinti che una forma di abbonamento per i residenti di Lodi e pendolari si sarebbe potuta introdurre per il parcheggio di Via Forni. Su questo tema nella prossima settimana e entro la scadenza dei termini presenteremo una specifica osservazione in merito. Risulta quindi che mascherata da novita’ questa revisione del piano tariffario e’ un nuovo aumento per i cittadini di Lodi e tutto questo senza un confronto vero con chi subira’ le conseguenze. Senza considerare che non e’ stata messa in campo nessuna proposta per l’aumento dei parcheggi relativi alla zona della Stazione.”
Conclude Piacentini.