Rissa a Sant’Angelo con spranghe e coltelli, De Corato: “Evidente problema di integrazione di alcune culture” I responsabili siano arrestati, scontino la pena e poi siano destinatari di provvedimento di allontanamento dal territorio.

Rissa a Sant’Angelo, De Corato: “Evidente problema di integrazione di alcune culture”

“E’ stato pubblicato sui social un filmato (CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO) che ritraeva l’ennesima rissa degna di un film a Sant’Angelo Lodigiano. Dopo l’aggressione ai danni di due egiziani da parte di un albanese armato di taglierino avvenuta il 22 febbraio scorso, dopo la rissa tra rom scoppiata nella notte del 3 e 4 aprile alla Cascina Belfuggito con tanto di spari, ieri una spedizione punitiva di romeni in auto con spranghe e coltelli”.

Problema di integrazione

“È evidente, in questo contesto più che in altri, che certe persone abbiano difficoltà ad integrarsi nella nostra società civile. Una scena come quella di ieri, con auto che si fermano in mezzo alla strada, portiere spalancate e persone che si inseguono brandendo spranghe, lame e falci, che ha terrorizzato i cittadini, evidenzia come per certe culture la risoluzione dei problemi si basi unicamente sulla violenza. È in fase di accertamento se gravitino o meno a Cascina Belfuggito, una realtà molto difficile che il Sindaco, al quale esprimo tutta la vicinanza, da tempo si sta impegnando per cercare di risolvere.
Intanto, quello che mi auguro, è che una volta individuati e presi gli aggressori, finiscano in carcere, scontino la pena e siano destinatari di provvedimenti di allontanamento dal territorio Nazionale per esigenze di pubblica sicurezza”.

Lo dichiara Riccardo De Corato, ex vicesindaco di Milano e Assessore a Sicurezza, Immigrazione e Polizia Locale di Regione Lombardia.

Leggi anche:  Ferri e Casiraghi: discordia in commissione Ambiente e Territorio

LEGGI ANCHE>> Sant’Angelo Lodigiano, 25enne aggredito con mazze e spranghe in pieno centro VIDEO

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE