Si è svolta stamattina in Prefettura una riunione del Tavolo di coordinamento istituzionale presieduto dal Prefetto, dott. Marcello Cardona, per valutare lattività di divulgazione relativa ai dati sulla microsismicità del sottosuolo e degli eventuali, possibili scenari di rischio per lattività di stoccaggio da parte della società ITAL GAS STORAGE SPA.

L’incontro

Allincontro hanno partecipato un Consigliere della Provincia, i Sindaci dei Comuni di Lodi Cornegliano Laudense, Lodi Vecchio e Massalengo, i rappresentanti del Ministero dello Sviluppo Economico-Ufficio Nazionale Minerario per gli Idrocarburi e le Georisorse UNMIG, il rappresentante dei Vigili del Fuoco, il direttore di ARPA-Dipartimento di Lodi nonché il Presidente di ITAL GAS STORAGE.Nel corso dellincontro il Prefetto ha richiamato lattenzione sullimportanza e sulla necessità di acquisire tutti gli elementi tecnici utili per una corretta informazione alla popolazione locale, ai fini della sicurezza Il rappresentate di UNMIG ha evidenziato che è in essere un monitoraggio volontario da parte dellazienda che ha individuato nellOsservatorio Geofisico Sperimentale di Trieste lorganismo indipendente di valutazione di tutti i dati delle rilevazioni, peraltro già avviate due anni prima dellentrata in esercizio dellimpianto, precisando che dai dati sinora acquisiti non sono stati registrati fenomeni di microsismicità correlati allattività dellimpianto stesso.

Nuovo tavolo a ottobre

Il Prefetto convocherà nuovamente il tavolo di lavoro in ottobre per valutare, sulla base dei dati acquisiti nei primi dieci mesi dellesercizio dellimpianto, le modalità per una analisi e rappresentazione dei dati medesimi finalizzata alla divulgazione dellinformazione alla popolazione, mediante una simulazione ad opera dello stesso Osservatorio Geofisico Sperimentale di Trieste.

LEGGI ANCHE: Il Ministro Bussetti all’Einaudi di Lodi per la prof aggredita