Come tornare in forma dopo le feste? Va bene, dal 24 dicembre in poi vi siete lasciati andare. La cena della vigilia, il pranzo di Natale, il bis di Santo Stefano. E ora tocca al cenone di Capodanno, al primo pranzo del 2018 e al gran finale dell’Epifania. Come da tradizione il vecchio e il nuovo anno si danno il cambio a suon di abbuffate a tavola e dopo lo stress di dicembre il relax passa anche da una bella mangiata o da una buona bevuta.

Come tornare in forma dopo le feste

Lunedì 7 gennaio è stato però il giorno «X», quello dell’effettiva ripartenza e del ritorno alla routine quotidiana. E per tanti probabilmente anche quello del rimorso di coscienza: la bilancia per qualcuno non sarà stata portatrice di buone notizie. Dopo i bagordi natalizi scocca dunque l’ora di rimettersi in forma: vediamo come, andando a prendere in considerazione l’allenamento fisico. Utilizzandolo dunque come strumento per perdere peso e recuperare la forma desiderata. In primis è importante non disperare: tutto sommato in due settimane avrete accumulato un po’ di pancetta, smaltibile piuttosto semplicemente nel giro di un breve periodo di tempo. Il consiglio numero uno è quello di rimettersi in moto: se già eravate in movimento prima dello stop natalizio bene, altrimenti è davvero ora di mettersi a fare qualcosa, di limitare la vita troppo sedentaria che tanti conducono.

Allenarsi in palestra

Come tornare in forma? In copertina c’è ovviamente la palestra, dato che è ancora troppo presto per le attività all’aria aperta. Se avete l’accesso ad una struttura ricordatevi di prendere seriamente l’impegno: è necessaria costanza, inoltre non è sufficiente una sola sessione di allenamento fisico a settimana. Con due già si comincia a ragionare. Se la palestra non fa per voi, perché magari non vi piace l’ambiente, non avete voglia di spendere altri soldi nel periodo post-regali di Natale o perché gli impegni non ve lo concedono, nessun problema. Si può «lavorare» anche da casa, nei ritagli di tempo. Sì perché per esempio per cercare di eliminare la tanto temuta «pancetta» è possibile dedicarsi agli addominali: vi basteranno un materassino morbido e tanta voglia. Mani sulla nuca, e classico movimento: è bene partire con 30, per poi crescere a colpi di cinque ogni giorno.

Leggi anche:  Malattie mentali, ecco le più ricercate in rete

L’esercizio domestico

Altro esercizio domestico che riattiverà il vostro corpo è l’utilizzo della corda per saltelli, in grado di farci muovere sia braccia che gambe. Va da sé che questi «rimedi» casalinghi non possono sostituire la palestra, dove si è seguiti da un personal trainer, si ha un piano personalizzato e la possibilità di utilizzare strumenti predisposti per il nostro benessere fisico. Ancora non siete convinti? Esiste un’altra carta da giocare per cercare di recuperare la forma fisica perduta. Si tratta del nuoto in piscina: trascorrere alcune ore alla settimana (almeno un paio, in due sessioni) è importantissimo perché coinvolge gambe, braccia e schiena. Vi serviranno due/tre settimane, a seconda della vostra condizione fisica, per recuperare un livello accettabile: poi si potrà iniziare con l’allenamento vero e proprio. Ricordatevi sempre di fare stretching prima di buttarvi in acqua per evitare problemi imprevisti.